Bar turistici: acquistati da albergatori del Garda primi mille ticket per stagione 2010

di admin
Anche quest’anno gli albergatori del Garda, attraverso il Consorzio “Lago di Garda è”, hanno acquistato i primi 1.000 ticket di ingresso per bus turistici, in vista dell’avvio della stagione turistica 2010.

L’assegno di 15 mila euro è stato simbolicamente consegnato nelle mani del Sindaco Flavio Tosi dal presidente del Consorzio Giuseppe Greco; presenti all’iniziativa gli assessori alle Attività economiche Enrico Corsi e al Turismo Erminia Perbellini e il presidente di Confcommercio Verona Paolo Arena.  Grazie all’accordo stipulato lo scorso anno fra Comune, Confcommercio e Consorzio “Lago di Garda è”, albergatori e agenzie di viaggio dei comuni gardesani possono acquistare preventivamente a metà prezzo, 15 euro anziché 30,  i ticket per i bus turistici in visita a Verona. Nella stagione turistica 2009 gli albergatori del Garda hanno acquistato complessivamente 2.650 ticket a tariffa ridotta.  “Al di là delle catastrofiche previsioni di qualche guida turistica, frutto di strumentalizzazione politica  – commenta il Sindaco Tosi – l’introduzione del ticket di ingresso per i bus turistici non solo non ha comportato danni al circuito turistico ed economico della nostra città, ma si è rivelato un’importante fonte di introiti, come dimostra il più che positivo bilancio della passata stagione.  Ringraziamo quindi gli operatori turistici del lago per il loro spirito di collaborazione – ha concluso il Sindaco – perché sappiamo che molti dei turisti che visitano la città e l’arena, specialmente nella stagione estiva, soggiornano sul lago di Garda. Oltre a promuovere il settore del turismo, che rappresenta una delle voci principali nell’economica del nostro territorio, questo accordo consente anche di migliorare il servizio di accoglienza della città, grazie al sistema delle prenotazioni preventive”. “Il ticket sui bus turistici ha prodotto lo scorso anno un incasso complessivo di circa 500 mila euro – spiega l’assessore Corsi – la metà dei quali sono stati destinati ad AMT, che li impiegherà per migliorare ulteriormente il servizio di accoglienza turistica. In attesa del parcheggio all’ex gasometro, che potrà ospitare 84 stalli per bus turistici, siamo riusciti comunque a organizzare la sosta  nel parcheggio sotto le mura e, nelle serate di maggior afflusso in Arena, quando arrivano anche 300 pulman,  nel piazzale di fronte al cimitero e in lungadige Galtarossa. Ricordo che le tariffe applicate dal Comune di Verona sono tra le più basse in Italia – conclude Corsi – e largamente inferiori a quelle di altre città turistiche quali Venezia, Firenze, Roma ed Assisi”. “Nei fatti la sinergia fra il lago di Garda e la città di Verona sta producendo iniziative concrete – dice l’assessore Perbellini – Verona sta lavorando molto per  lo sviluppo del settore turistico, che rappresenta una delle voci principali dell’economia del nostro territorio: dal Convention Bureau, alle grandi mostre, all’incremento  della stagione in Arena con un mese in più di serate.  I risultati sono soddisfacenti e il numero crescente di visitatori, che giungono in città provenienti dal lago, dimostra che stiamo lavorando bene”.       Oltre alla riduzione del 50 per cento riservata ai bus dei clienti degli alberghi del Garda e ai pulman con capienza massima di 25 persone, vengono attuate numerose esenzioni dal pagamento del ticket di ingresso: per le comitive in gita scolastica, per i bus che trasportano turisti negli hotel di Verona, per i bus diretti allo stadio o al palazzetto dello sport per manifestazioni sportive, per i bus che trasportano i visitatori delle manifestazioni fieristiche, per il servizio di trasporto disabili autorizzato.

Condividi ora!